venerdì 17 ottobre 2008

Napoli-Juve i ricordi e le lacrime di Ferlaino

Oggi durante un'intervista radiofonica Ferlaino, il vecchio Presidente del Napoli si è commosso fino alle lacrime ricordando le tante sfide con la Juventus.
Come si possono dimenticare quegli incontri all'ultimo sangue, come si può dimenticare la punizione di Maradona, quella punizione a due in area che sfidando ogni legge fisica si alzò per superare la barriera e subito dopo si abbassò gonfiando la rete di Tacconi.
Come scordare quel 3-1 a Torino l'anno dello scudetto,quella rimonta entusiasmante, gli occhi di Ciro Ferrara che a fine partita abbraccia Diego.
Chi non porta nel cuore il quarto di finale di Coppa Uefa con il 3-2 all'ultimo minuto dei supplementari dopo il 2-0 subito all'andata.
Quelli furono gli anni del riscatto, quelli che ci fecero dimenticare i gol di Core ngrato Altafini, quelli che ci tolsero da bocca l'amarezza per i gol in fuorigioco di Furino di 5 metri,quelli nei quali eravamo noi i più forti e vincevamo a dispetto di potentati,arbitri e quant'altro.