domenica 30 novembre 2008

Napoli Inter, sconfitta con un po' di rammarico

Abbiamo perso:pronostico rispettato.
Il momento del Napoli, non certo esaltante,unito alla forza anche fisica dgli interisti hanno determinato il risultato.
Ma un pochino di rammarico c'è.
Infatti dopo 25 minuti in cui il Napoli non ha proprio giocato superato per intensità,concentrazione e forza fisica dall'Inter, c'è stato un lento recupero.
Certo l'Inter ha mollato un po' la presa e molto ha influito lo splendido gol di Lavezzi.
In quel punto la partita poteva girare.
L'Inter psicologicamente temeva di pareggiare dopo aver disputato un primo tempo splendido, in più si univa la stanchezza per la partita di Champions.
Lì è mancato il Napoli che non ha avuto la forza di ribaltare la partita.
Sono mancati soprattutto Hamsik e Pazienza che non hanno saputo supportare l'attacco, giocando decentemente solo in fase di difesa.
Al Napoli mancano proprio alternative valide a centrocampo, dove sono presenti tutti mediani e un atipico come Hamsik.Occorrerebbe un centrale capace di giocare tra le linee a ridosso delle punte e il Bogliacino di oggi scarsamente in forma non può essere il calciatore giusto.
Ora il Napoli deve tenere duro per cercare di arrivare almeno nella stessa posizione di classifica alla sosta che sarà utile per riposare dopo l'anticipo della preparazione e dove Marino potrà cercare di trovare quell'elemento capace di far lievitare lo spessore del Napoli sulla trequarti.Un solo acquisto, come il Ciccio Romano del primo scudetto, che però potrebbe essere il tassello giusto verso la Champions