sabato 13 dicembre 2008

Attenti al Lecce

Napoli - Lecce.
Giochiamo di sabato e di sera, cosa che in passato ci ha sempre favorito.
Il Lecce in trasferta, poi non sembra essere irresistibile.
Il vero pericolo per il Napoli è quindi proprio il Napoli stesso.
Sono cominciate troppo presto le voci sugli interessamenti delle squadre estere pe i gioielli partenopei, troppo celermente i procuratori si sono precipitati a battere cassa.
Inoltre dopo l'entusiasmo iniziale, qualche battuta di arresto ha fatto scemare un poco l'entusiasmo di squadra e pubblico.
Ecco che il saggio Reja comincia a parlare di Champions possibile, questo perchè senza obiettivi non si va da nessuna parte e si rischia di fare il solito campionato delle squadre di seconda fascia a cavallo della zona Uefa, con il rischio che un calo prolungato di tensione possa poi provocare danni ulteriori.
Che fare?
Bisogna effettivamente porsi un obiettivo concreto e ambizioso, senza trascurare le difficoltà.Comunque la squadra deve lottare partita dopo partita cecando di arrivare più in alto è possibile, tirando fuori, soprattutto in trasferta quello spirito battagliero che spesso si vede nelle partite interne.
Oggi, quindi bisogna mettersi alle spalle regali di Natale, panettoni e calendari, perchè verrà a Napoli una squadra piena di forza e di volontà che su un campo allentato per la pioggia potrebbe metterci in difficoltà.
Infine una considerazione tecnica: giocherà denis oppure Zalayeta?
Sembra che Reja sia intenzionato a schierare l'argentino, ma si sa che in fondo al cuore il mister , se potesse il Panteron lo terrebbe sempre in campo.Non escludo sorprese.